Condividi questo articolo

Il content marketing si basa sul fornire all’utente contenuti online di qualità inerenti il proprio brand. Il Content marketing Istutite definisce così il content marketing:

Content marketing is a strategic marketing approach focused on creating and distributing valuable, relevant, and consistent content to attract and retain a clearly defined audience — and, ultimately, to drive profitable customer action.

In questa definizione sono racchiusi i 3 principi del content marketing:

  1. Audience, a chi mi voglio rivolgere,  il mio target;
  2. Conversione (customer action), l’azienda che genera valore per la mia azienda;
  3. Contenuti di valore, rilevanti e coerenti.

In assenza di chiare idee su chi sia i mio target ideale o l’azione dell’utente che ritengo più di valore per la mia azienda, la strategia di content marketing può non fornire i risultati sperati. Inoltre, i contenuti devono essere di valore, controllati nei contenuti e devono essere distribuiti al target corretto.

Content Marketing & funnel di acquisizione clienti

Il content marketing quindi non è solo un canale, ma è un approccio strategico di marketing; applicato al digital marketing, permette di coprire tutto il percorso dell’utente verso l’acquisto, dalla parte più alta del funnel (awareness), passando per la fase della considerazione (consideration) per arrivare alla fase di conversione (conversion).

digital marketing percorso utente

In questo articolo, abbiamo visto quanto sia importante conoscere le ricerche degli utenti compiute sui motori di ricerca; infatti, i termini di ricerca digitati dagli utenti ci permette di capire in quale fase del percorso di acquisizione si trovi il prospect.

I contenuti che l’utente si aspetta devono rispecchiare la fase del funnel in si trova e devono essere coerenti con i propri bisogni.

Attraverso i contenuti di qualità, come articoli di recensione / comparazione o altro (video, social post, ecc) è possibile far associare il proprio brand al bisogno dell’utente e, nel mentre, costruire fiducia (brand trust).

Questo è possibile perché i contenuti, attraverso strumenti come il private partner network,  vengono pubblicati su blog / canali youtube / podcast che sono punti di riferimento per l’utente nel suo percorso decisionale.

Content Marketing, Brand Trust e Brand Affection

La fiducia nel brand (brand trust) è fondamentale sia per far compiere la prima conversione all’utente sia per renderlo un cliente ricorrente.

La brand Trust è così definita da Arjun Chaudhuri and Morris B. Holbrook:

“[…] un lungo processo che avviene attraverso la valutazione dell’esperienza all’acquisto”

Inoltre, la brand trust alimenta e viene a sua volta alimentata dalla brand affection, ovvero l’insieme di emozioni irrazionali che legano il brand all’utente.

In questo contesto, la descrizione di un prodotto attraverso un contenuto di qualità incrementa la brand trust e, allo stesso tempo, crea brand affection, alimentando il desiderio di provare il prodotto.

Brand Trust e Content Marketing

Più il contenuto è veicolato da un editore rilevante al target di riferimento, maggiore è l’impatto sulla brand trust e brand affection.

 

Dalla brand Trust al market share

Creare fiducia e legame emotivo con il brand non è l’unico fattore importante; infatti, è utile capire come tutto ciò si tramuti in KPI di business, come il market share.

Per rendere scalabile la strategia di content marketing, è importante riuscire a monetizzare le attività e gli sforzi profusi.

Secondo lo studio di Arjun Chaudhuri e Morris B. Holbrook, la fiducia nel brand e l’affezione al brand incidono sulla purchase loyalty, ovvero sulla tendenza a riacquistare (o riutilizzare) un prodotto da parte del cliente.

Nello specifico, la brand trust impatta positivamente del 46% la purchase loyalty; inoltre, la brand affection incrementa del 25%  la purchase loyalty .

Sappiamo quanto sia importante, soprattutto per prodotti innovativi, la loyalty della propria customer base; infatti, essa si traduce in un impatto positivo sulla quota di mercato: +21%.

 

Market Share e Content marketing

Tuttavia, il content marketing deve essere utilizzato nel giusto modo, altrimenti potrebbe generare risultati opposti.

Il Problema: Brand safety e targeting dei contenuti

Nonostante gli indubbi benefici del content marketing, bisogna tenere presente alcuni fattori che possono danneggiare il brand.

Uno di questi è la brand safety, ovvero il controllo di come e dove viene comunicato il nostro brand.

Promuovendo i nostri prodotti su siti poco autorevoli, può danneggiare la credibilità del nostro brand, allontanando il possibile cliente dall’acquisto; allo stesso tempo, contenuti poco accurati, non permettono all’utente di avere le giuste informazioni per fare una scelta.

Inoltre, il contenuto non deve essere solamente rilevante per l’utente ma anche veicolato da un editore che, nella mente del prospect, è una vera autorità.

Brand Safety e content Marketing

La soluzione: Content Marketing attraverso il Private Partner Network

Il private partner network è un insieme di editori che, attraverso contenuti di qualità, descrivono il prodotto / servizi del brand.

Attraverso un metodo predittivo, è possibile analizzare una serie di intent e di bisogni, espressi in maniera diretta o latente, che il prodotto o servizi del brand soddisfa.

Una volta identificati questi bisogni, verranno selezionati solo gli editori rilevanti e meglio posizionati nei motori di ricerca. Questo garantisce una massima copertura sui motori di ricerca che, come abbiamo visto in questo articolo, è fondamentale nel 2020.

In questo modo si creerà un network privato di partner, costruito su misura per il brand.

il metodo di performoney per il private partner network

La brand safety viene salvaguardata in quanto solo i migliori editori vengono coinvolti nella campagna di content marketing, attraverso un’attenta analisi degli articoli.

Allo stesso modo, l’analisi dei bisogni e degli intent degli utenti permette di trovare gli editori giusti per ogni specifico bisogno, creando contenuti mirati per il target selezionato.

Provate partner Network e Brand trust

Infine,  si pagherà solamente le performance generate dai siti di informazioni mentre si otterranno gratuitamente articoli pubredazionali che, normalmente, hanno un costo elevato e non garantiscono performance.

Infatti, l’unico costo avviene solo quando viene acquisito un cliente, senza costi iniziali di set up.

performance marketing funnel private network

 

In conclusione..

Il content marketing è un approccio strategico di marketing che ha l’obiettivo di condividere contenuti di qualità, rilevanti e significativi per l’utente.

Attraverso il content marketing, è possibile far accrescere la fiducia nel brand e la brand affection; in questo modo, il cliente può divenire più loyal verso il brand, con un impatto positivo sul market share.

Tuttavia, il content marketing deve tenere conto di due ostacoli:

  1. Brand Safety: cosa viene condiviso e come vengono erogati i contenuti?
  2. Targeting, a chi viene erogato il contenuto?

Per risolvere questi problemi e per incrementare l’effetto positivo sulla brand trust e brand affection è il private partner network; attraverso l’algoritmo di Performoney seleziona solo i migliori editori digitali, sviluppando contenuti originali e su misura del brand e per il target di riferimento.

Il tutto, senza costi fissi e pagando solo a cliente ottenuto.